Di seguito vengono illustrati i principali prodotti/servizi che verranno erogati dal centro e che sono stati assunti quali fonti autonome di entrata nella compilazione dei prospetti economici e finanziari.

 

  • ORIENTAMENTO

Si tratta di un servizio che sarà attentamente calibrato sulle reali necessità del cliente, attraverso azioni di consulenza e strategie personalizzate. Infatti il personale del centro, offrirà gratuitamente la consulenza e le informazioni necessarie per individuare l'offerta (in termini di prodotti, soluzioni e formazione in campo informatico) più consona alla risoluzione dei reali bisogni personali del richiedente.

 

  • PRODOTTI E CONTENUTI MULTIMEDIALI

Progettazione, produzione, realizzazione e vendita di prodotti multimediali quali:

  • Software gestionali, applicativi, contabili, ecc..
  • Siti internet, pagine Web anche finalizzati alla gestione del commercio elettronico
  • Portali, banche dati, ec..
  • Cd- rom, cd-card, ecc..

 

Consulenza per la realizzazione dei contenuti (ipertesti, testi, immagini, grafici, tabelle, ecc..) dei prodotti multimediali sopra elencati.

 

 

  • AFFITTO AULA INFORMATICA

L’aula di formazione potrà essere affittata a organismi esterni che saranno principalmente rappresentati dalle tanteAmministrazioni Pubbliche (Comuni) impegnate nella progettazione di interventi di formazione finanziati dalla Comunità Europea e che sono per la maggior parte, sprovviste di aule informatiche. Un esempio brillante ci viene dato proprio dal Comune di Tuglie impegnato da circa 10 anni nell’attività di progettazione e gestione di corsi di formazione.

Altri potenziali utenti sono rappresentati dagli istituti scolastici e dalle stesse imprese.

L’aula informatica potrà essere utilizzata anche per il sostenimento di esami per il conseguimento di certificazioni di corsi erogati da terzi. A tale proposito verranno stipulate delle apposite convenzioni con gli Enti Certificatori

Si presume che a tale tipologia di servizio verrà destinato circa il 40% delle ore di formazione del centro.

 

 

  • ORGANIZZAZIONE DI EVENTI DIVULGATIVI

Verranno organizzati periodicamente all’interno della sala riunioni dei seminari informativi e formativi in campo ICT rivolti a manager, imprenditori, professionisti, ecc..

Avranno la durata media di 1 giornata di lavoro e sarà prevista una quota di partecipazione stimata intorno agli 80 €

La capienza della sala riunioni è di circa 20 posti comodi.

 

 

 

  • FORMAZIONE

Tale attività consiste nella promozione, organizzazione, progettazione e gestione di interventi formativi nel settore dell’ITC.

  1. Consulenza e progettazione di corsi di formazione su misura nell’ICT. Con l’ausilio di consulenti esperti verrà offerta alle aziende una soluzione formativa completa e personalizzata rispetto allo stato delle loro risorse e ai loro obiettivi aziendali per:
  • migliorare la produttività individuale del personale aziendale valutandone il diverso grado di preparazione
  • utilizzare al meglio le potenzialita offerte dai nuovi strumenti tecnologici
  • la creazione e sviluppo di profili professionali in area IT da completare in sintonia con le evoluzioni delle strategie aziendali
  • gestire i processi di cambiamento dettati dalle nuove tecnologie
  • un aggiornamento top manager
  • creare alta professionalità in tutte le aree aziendali

 

Tale servizio si esplicherà attraverso i seguenti step conseguenziali:

  • Check – up delle risorse aziendali
  • Rilevazione dei fabbisogni formativi: misurazione del gap esistente tra competenze attuali e competenze ottimali per l’incremento dell’efficacia, produttività e fatturato.
  • Pianificazione del training formativo
  • Monitoraggio e valutazione dei risultati

 

Questa tipologia di intervento presso le aziende e gli Enti interessati avrà un costo che varierà in funzione del numero di step effettuati. Per una semplicità di calcolo, per le previsioni in bilancio, è stato considerato un servizio completo ad un prezzo medio di € 3.500

 

  1. Erogazione dei corsi di formazione presso l’aula informatica. Sarà utilizzata l’aula informatica composta da n.12 postazioni. Il numero di ore annue da destinare alla formazione in aula è di circa 1180 ore ed esattamente il 60% delle ore teoriche disponibili (calcolate tenendo conto di un orario di apertura di 8 ore giornaliere per 6 giorni settimanali per circa 41 settimane – escludendo le settimane di chiusura per ferie e festività). Per il rimanente 40% di ore l’aula potrà essere affittata a terzi. I corsi da erogare sono destinati alla formazione di manager, imprenditori, dipendenti di aziende pubbliche e private, professionisti, neolaureati o neo diplomati.

 

  1. E-learning o erogazione della formazione a distanza Il costo e la durata di tali corsi varieranno a seconda del target di riferimento che sarà rappresentato da un pubblico molto vasto formato da un lato da singoli utenti principianti e dall’altro da professionisti ed da aziende che necessitano di formare il proprio personale.Per l’erogazione di tali corsi l’impresa siappoggierà a piattaforme FAD già esistenti sostenendo soltanto il relativo costo di noleggio.

 

  1. Vendita corsi on-line

Verranno distinti differenti tipologie di corsi in base al contenuto specialistico in campo informatico :

  • Corsi a basso contenuto specialistico
  • Corsi a medio contenuto specialistico
  • Corsi ad alto contenuto specialistico

Grazie al sito internet i corsi potranno essere acquistati direttamente on-line.

mission

Il forte sviluppo delle tecnologie informatiche ed il loro impatto sulle attività economiche e sociali dei paesi più evoluti ha indotto alcuni studiosi a parlare per il prossimo futuro di una nuova società: la società dell’informazione costituita da un contesto socio economico in cui il bene maggiormente scambiato e acquistato è rappresentato dalle informazioni. Infatti, oggi in Italia come nei principali paesi europei il mercato delle tecnologie informatiche e delle comunicazioni (ICT) sta facendo registrare tassi di crescita molto significativi, sia in termini di valore assoluto che in termini di crescita reale. Ciononostante il mercato avrebbe le potenzialità per una crescita ancora più accelerata se solo fosse disponibile un numero di risorse umane/professionalità coerente con la domanda. In sostanza, una parte di domanda di servizi ICT e dell’e-commerce rimane inevasa per l’insufficienza dell’offerta rispetto alla variabile umana (e all’interno di questa rispetto a specifiche professionalità). In base all’analisi effettuata nel 2000 da IDC Italia il Gap, cioè la differenza tra il numero di risorse richieste e quelle disponibili, di personale qualificato ICT e dell’e-commerce in Italia è dell’11%; in termini assoluti si parla di circa 111.000 persone. Tale dato è destinato a crescere nel 2002 ad un valore pari al 18% (ovvero circa 215.000 unità mancanti). Tale differenza è collegata alla fortissima accelerazione che caratterizzerà il grado e la modalità di utilizzo della tecnologia non solo da parte delle imprese ma anche degli Enti Pubblici e delle Famiglie.

Tutto ciò è vero soprattutto in quei contesti economici, quale il nostro, caratterizzati dalla presenza prevalente di PMI.

La realtà economica del territorio coinvolto è caratterizzato dalla presenza di piccole e medie imprese aventi un basso livello di diffusione degli strumenti delle Nuove Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (NTIC). Ciò si desume dalla lettura di vari parametri significativi , relativi alle attività svolte dalle imprese nella gestione del proprio business: il basso numero di aziende che utilizzano le nuove tecnologie della posta elettronica e dei siti Internet, lo scarso utilizzo di strumenti come il commercio elettronico, i cataloghi elettronici, il telelavoro, la scarsa diffusione di nuove tecnologie informatiche per la gestione aziendale, ecc.. Le PMI innovano meno delle grandi ed in maniera poco sistematica. Questo perché esistono elementi pratici ed economici che frenano il sistema ad inserire le nuove tecnologie all’interno delle proprie strategie d’impresa (costi elevati, necessità di ricorrere a professionalità esterne, assunzione di nuovi tecnici specializzati nell’uso delle nuove tecnologie informatiche con conseguente appesantimento della struttura organizzativa).

Se da un lato la “ conoscenza “ è oggi l’elemento determinante per il successo delle iniziative imprenditoriali ed i nuovi sistemi di comunicazione sono strategici per la riuscita delle attività economiche, dall’altro,i costi che devono sostenersi per la formazione e per la riqualificazione del personale, spingono le nostre aziende ed i possibili utenti, a svicolare da tali opportunità ritardando ulteriormente l’ingresso nella New Economy. Ma non si può ignorare il fatto che nei prossimi anni il contesto economico sarà caratterizzato da una situazione dove la gran parte delle aziende di piccole e medie dimensioni si sarà informatizzata, data l’esigenza di un “passaggio culturale” imposto dalla necessità di non perdere le grandi opportunità legate all’uso delle nuove tecnologie informatiche.

Nel territorio esiste in primo luogo una forte discriminazione tra quelle imprese che utilizzano i nuovi strumenti informatici e quelle che invece adottano sistemi tradizionali: tale discriminazione si evidenzia a livello di competitività, di capacità di confrontarsi con un mercato globale, di cogliere le nuove opportunità economiche e produttive, ecc..; se tali imprese dovessero perdurare in tale situazione rischiano l'estromissione dal mercato. Tale problema di discriminazione coinvolge in seconda analisi ma in maniera consequenziale i lavoratori di quelle imprese che invece hanno deciso di utilizzare le nuove tecnologie di comunicazione ed informatiche nei diversi settori aziendali (gestione dati, elaborazione informazioni, vendite on line, internet marketing, ecc..) nel momento in cui non presentano un giusto grado di preparazione professionale sull’uso delle nuove tecnologie rischiando quindi di essere estromessi dal mercato del lavoro a favore delle nuove leve lavorative nel cui corso di studi è ormai presente la conoscenza informatica. Per cui i lavoratori attualmente occupati nelle PMI coinvolte nelle trasformazioni tecnologiche, organizzative, ecc., dovranno essere interessati inevitabilmente da una serie di interventi di recupero della propria professionalità per evitare l'estromissione dal mondo del lavoro e per riqualificarsi sui nascenti nuovi ambiti di specializzazione: l’esigenza di riqualificare o formare le risorse umane è oggi elemento discriminante per ilsuccesso delle imprese nel moderno mercato globale.

 

Il bacino territoriale a cui farà inizialmente riferimento la società è rappresentato dall'area salentina. Il territorio non a caso definito Sud-Est d’Italia rappresenta un'area ricca e discretamente imprenditorializzata per la presenza di una moltitudine di PMI nei diversi settori economici in grado di realizzare una discreta distribuzione della ricchezza e un buon numero di posti di lavoro. I settori che dimostrano maggiore dinamicità sono industria e servizi, +6,2% su scala nazionale, commercio +8,8%, manifatturiero +12,7%, delle costruzioni +8,1%. Una cospicua fetta di microimprese sono nate grazie a forme di agevolazione sia statali che comunitarie; infatti la stessa Provincia è ai primi posti a livello nazionale per lo sfruttamento del Prestito d’Onore indice anche di una dinamicità delle PA nel processo di sviluppo locale. Da questo quadro tuttavia, da indagini compiute nel mondo economico, si evidenziano delle linee di tendenza contrastanti. Infatti:

  • Crescono le imprese nei vari settori, ma crescono anche le difficoltà legate alla gestione dei mercati (la causa è la mancanza di innovazione nelle PMI, fortemente legate a sistemi di conduzione gestionale familiare ed arcaica, poco propensa alle innovazioni tecnologiche, agli investimenti in R&S ed alla introduzione di nuovi sistemi di sviluppo interno del personale che generano incentivi alla produttività)
  • vi è una certa difficoltà nel reperimento di manodopera qualificata da parte degli imprenditori che si sentono sfiduciati dalla formazione dei disoccupati (dovuto all’inesistenza sul mercato di lavoratori in grado di offrire competenze professionali aggiornate e innovative).

Sono questi i motivi pre i quali la società intende realizzare un centro che diventi un punto di riferimento del territorio per tutto ciò che concerne gli ambiti di applicazione delle nuove tecnologie informatiche ivi compresa la formazione.

 

Infatti gli investimenti delle imprese, di qualsivoglia settore, che intendono partecipare attivamente allo sviluppo nell'era della new economy non potranno prescindere dall'investimento negli strumenti hardware e software necessari per raggiungere, in sequenza, i seguenti obiettivi:

 

  • fornire al proprio personale, a tutti i livelli, una formazione di base all'uso del computer
  • utilizzare il computer per gestire tutti i processi aziendali;
  • utilizzare Internet per far conoscere i propri prodotti, mantenere i rapporti con la propria rete di vendita, gestire l'e-commerce e i rapporti con i propri fornitori e clienti nei mercati business to business.

 

Il primo traguardo da raggiungere sarà quindi la diffusione della basilare conoscenza informatica. In sostanza, a partire dal titolare e dai manager, tutto il personale che già usa il computer dovrà farlo meglio, utilizzando correttamente Windows, gli strumenti di produttività personale (come i word processor e i fogli elettronici) e Internet come strumento per comunicare e reperire informazioni. Tale conoscenza andrà poi diffusa a tutti i livelli, estendendo in tutti i luoghi e in tutti i rapporti le nuove tecnologie per gestire i processi aziendali.

Soprattutto le PMI, che non dispongono di un ampio settore informatico interno, potranno quindi rivolgersi alla nostra societàche è in grado di supportarle nell’intero processo di entrata nella new economy. Con il programma di investimenti si intende realizzare una struttura che sia dotata di attrezzature, risorse umane e know-how tali da farla diventare nel medio/lungo periodo un punto di riferimento in termini di assistenza, consulenza, progettazione e fornitura di prodotti e servizi per tutte quelle imprese pubbliche e private, e popolazione attiva dell’area identificata che voglia entrare a pieno titolo nel settore della ICT.

IDC è la società leader mondiale nell’ambito delle ricerche, delle analisi e servizi marketing e consulenza nel mercato dell’ITC

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
   Home | Chi siamo | Contatti| Copyright 2007